Monterotondo, ecco i Buoni Spesa

Il Comune di Monterotondo ha pubblicato il bando e il form online per richiedere i Buoni Spesa. Il sussidio è rivolto a tutti i cittadini colpiti dalla crisi economica determinatasi per effetto dell’emergenza sanitaria. È possibile inoltrare la propria domanda entro il 31 dicembre.

I requisiti

Per richiedere i Buoni Spesa bisogna avere la residenza o essere domiciliati presso il Comune di Monterotondo, per i cittadini stranieri non appartenenti all’Ue è richiesto anche il possesso di un permesso di soggiorno in corso di validità. I beneficiari dovranno essere in carico ai servizi sociali comunali o distrettuali, in caso contrario l’autocertificazione del richiedente verrà trasmessa a questi ultimi per essere valutata. Può fare richiesta un solo componente per nucleo familiare. Eventuali richieste duplicate effettuate da componenti dello stesso nucleo familiare comportano l’immediata esclusione. L’accesso al sussidio è possibile per chi si trova in una situazione di bisogno a causa dell’emergenza derivante dall’epidemia da Covid-19 e non è beneficiario di altre forme di sostegno al reddito e alla povertà erogate da enti pubblici come pensione da lavoro, reddito di cittadinanza, cassa integrazione e naspi. Inoltre, il nucleo familiare richiedente non può avere disponibilità di somme liquide, depositi su c/c bancario o postale o obbligazioni di importo superiore a 5 mila euro alla data del 30.11.2020.
L’amministrazione comunale si riserva da subito di effettuare controlli a campione sulle dichiarazioni presentate, avvalendosi anche dell’ausilio della Guardia di Finanza.

La procedura

Le richieste devono essere inviate per via telematica dalla pagina web predisposta dall’amministrazione comunale di Monterotondo, entro e non oltre le ore 12.00 del 31 dicembre 2020. Per inoltrare la propria domanda è necessario inserire una e-mail valida in fase di compilazione della richiesta. Quando la pratica sarà evasa verrà inviata una comunicazione via e-mail contenente la risposta e le indicazioni per il ritiro dei buoni. Il richiedente sarà inoltre contattato telefonicamente per fissare un appuntamento per il ritiro dei buoni stessi. È previsto un servizio di consegna a domicilio per persone sole over 65, immunodepressi, pazienti oncologici e disabili.
Al fine di raggiungere il maggior numero di soggetti possibile il massimo importo concedibile in buoni spesa/pacchi alimentari per singolo nucleo familiare ammonta a 100 euro a settimana. Le spese per medicinali sono riconosciute con riguardo alla situazione di disagio economico fino a un massimo di 100 euro/mese per nucleo familiare. Il valore dei buoni spesa per generi di prima necessità da assegnare al singolo nucleo è commisurato alla composizione quantitativa del nucleo familiare: un componente avrà diritto a 6 buoni spesa per un valore complessivo di 150 euro, due componenti a 12 buoni spesa per un valore di 300 euro, 3 o più componenti a 16 buoni spesa per un valore di 400 euro.

.