Tivoli, l’opposizione scalda i motori e punta i fari sul Dup

Gli occhi e le orecchie sono ancora tutte puntate sul Dup (Documento unico di programmazione) fresco di approvazione e ancora al centro del dibattito cittadino. A ritornare sul testo che dovrebbe raccontare la Tivoli che verrà è il centrodestra, che dai banchi dell’opposizione torna a pungolare il governo dei civici, alla prese ormai da mesi anche con attriti interni non di poco conto. Così giovedì scorso l’asse a tre, Forza Italia Lega e Amore per Tivoli, gli ultimi due presenti anche con i 3 consiglieri comunali eletti, Andrea Napoleoni, Vincenzo Tropiano e Giorgio Ricci, hanno fatto insieme il punto della situazione, a quasi due anni dalla riconferma di Proietti alla guida della Città.

“Il tema principale dell’incontro è stato quello di analizzare l’attuale situazione politica nella città di Tivoli a quasi due anni dal secondo mandato del Sindaco Proietti, mettendo in evidenza l’incapacità e l’immobilismo dell’attuale amministrazione comunale corredata dalla relativa crisi finanziaria dell’Ente – fanno sapere in una nota stampa diffusa oggi -. Lega, Forza Italia e Amore per Tivoli hanno deciso di intraprendere una serie di incontri e confronti, da allargare, se lo ritenessero opportuno, anche alle altre forze politiche del centrodestra tiburtino e movimenti civici,  per iniziare a elaborare temi, idee e proposte capaci di creare ed offrire opportunità di investimento, lavoro e crescita per un reale sviluppo economico, culturale e sociale di Tivoli”. Sicuramente la nuova linfa è in qualche modo legata a doppia mandata anche all’aria di rivoluzione del duo Fidanza-De Santis, che continua il percorso sotto la bandiera di Tivoli Partecipa. 

 
.