Raee Lab, il progetto sul riciclo per le scuole di Fonte Nuova

Presentato questo pomeriggio il nuovo progetto didattico Raee Lab dedicato alle scuole e ideato e promosso da Ati Paoletti Ecologia Etambiente e dal Comune di Fonte Nuova, in collaborazione con Ancitel Energia e Ambiente. Gli studenti del territorio attraverso un laboratorio interattivo online e una visita virtuale dentro gli impianti di recupero scopriranno come è possibile riciclare i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.  

La sinergia tra Ati e Comune

L’attività di educazione ambientale portata avanti con professionalità dall’azienda da oltre 20 anni non è stata fermata nemmeno dall’emergenza sanitaria: l’Ati Paoletti ha continuato a lavorare per portare avanti l’impegno con le scuole e gli alunni attraverso nuove modalità di comunicazione online e interattive che permetteranno, nei prossimi mesi, di instaurare un dialogo formativo con studenti e docenti.
“Parte il quarto anno di collaborazione tra amministrazione, Ati (Paoletti Ecologia Etambiente) – commenta l’assessora all’Ambiente del Comune di Fonte Nuova Martina Traini – e parte il quarto anno del Piano di Comunicazione sottoscritto e condiviso dagli stessi, pieno di attività da proporre a scuole e cittadini, le quali vanno a toccare e cercare di sensibilizzare tutti sui vari argomenti riguardanti la raccolta differenziata e non solo. Questo anno ci vede inaugurare le varie attività in modo del tutto diverso, tramite i vari portali social e tramite la tecnologia che ha sostituito le nostre vecchie abitudini fatte di riunioni, incontri, discussioni e altro. Sperando di tornare presto alle nostre vite ed a riassaporare il valore di un semplice sorriso, le attività come sempre partono dalle scuole, prime in assoluto a dare un contributo fondamentale per la vita di ogni giorno. Alle stesse è stato esposto il progetto proposto dalla Ati, che riguarderà come sempre lo studio e l’approfondimento di una delle varie frazioni merceologiche che tutti noi siamo chiamati a differenziare, quest’anno ci concentreremo sullo studio dei Raee. L’avvio del piano di comunicazione prevede anche il festeggiamento della Festa dell’Albero a Fonte Nuova, che si concentra prevalentemente sulla consegna di un albero ad ogni plesso scolastico presente sul territorio comunale. Ci tengo nel dire che anche quest’anno questa amministrazione ed il mio Assessorato, si impegneranno a far pervenire un albero ad ogni plesso come simbolo della festa ma non solo, quest’anno, soprattutto, lo consegneremo come simbolo di speranza, speranza di tornare a respirare e di rivederci dal vivo a giugno a festeggiare la conclusione delle varie attività”. L’assessora ha riservato un particolare ringraziamento al suo ufficio Ambiente, “fatto di persone prima e dipendenti poi, che lavorano dietro le quinte e non solo, coloro che sono sempre pronti a risolvere i nostri problemi e a saperci indirizzare”, spiega. “Ringrazio i ragazzi della Ati che si impiegano sempre nel proporre idee e progetti nuovi e stimolanti – conclude Traini –, ringrazio i docenti tutti e i dirigenti scolastici per l’impegno e la dedizione verso il loro lavoro e auguro a tutti in grandissimo in bocca al lupo”.

Il progetto

I Raee sono una tipologia di rifiuto in costante aumento, visto il consistente utilizzo della tecnologia nella vita quotidiana e la loro sempre più precoce obsolescenza: ogni Italiano produce in media 14,7 kg di Raee all’anno, di questi solo 4 kg ad abitante vengono correttamente avviati a recupero.
Attraverso un nuovo e simpatico testimonial, il robot Raeemondo, i ragazzi saranno guidati nel mondo dei Raee grazie ad un laboratorio interattivo online che prevede lo smontaggio di un apparecchio elettrico e che li porterà a scoprire, in modo divertente, come sono le componenti che costituisco i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche da recuperare e non. In questo modo, le nuove generazioni potranno scoprire che i Raee contengono al loro interno componenti molto preziosi e materiali riciclabili, ma allo stesso tempo presentano anche sostanze nocive ed altamente pericolose per l’ambiente. Inoltre, le scuole che aderiranno al progetto avranno la possibilità di partecipare ad un tour virtuale guidato, all’interno degli impianti di recupero per vedere come avviene il riciclo di alcune componenti. Gli incontri avranno la durata di un’ora e si svolgeranno interamente online nel rispetto delle norme anti Covid del Ministero. Infine, per le scuole che vorranno partecipare c’è la possibilità di interpretare in chiave creativa le nozioni apprese durante l’incontro grazie a Raee Pics: un concorso fotografico che vedrà vincitrici la/e foto che sapranno immortalare in modo originale il tema dei Raee. Le foto realizzate dovranno essere inviare via mail o tramite WhatsApp entro il 15 aprile 2021 e le migliori verranno premiate.
Per partecipare al progetto, ideato da Gsa Srl Gruppo Gesenu, le scuole dovranno inviare il modulo di adesione presente nel progetto entro il 16 Dicembre 2020. Per maggiori informazioni è possibile contattare i numeri 3668221047 – 075 5743518, o scrivere una e-mail a scuole@gesenu.it.

.