Monterotondo cambia volto, a marzo parte il “percorso inclusivo”

L’amministrazione di Monterotondo vara il “Percorso inclusivo – per una città senza barriere”, un progetto articolato che cambierà il volto di alcune zone sensibili della città. A marzo partiranno i primi cantieri.
Marciapiedi, aree pedonali, abbattimenti di barriere, nuove piantumazioni. Si inizia dal tratto piazza Roma – via Madonna di Loreto, poi piazza Indipendenza – via XX Settembre.

Il progetto

L’intento della giunta Varone è quello di realizzare percorsi pedonali sicuri attraverso le ristrutturazioni e le riqualificazioni dei marciapiedi, la messa in sicurezza degli attraversamenti stradali e degli accessi a parcheggi e parchi. Previste anche nuove aree pedonali. Il progetto è ispirato alle linee guida del Peba, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche della Regione Lazio, e ha l’obiettivo di migliorare la mobilità pedonale e consentire a ogni cittadino di spostarsi in piena sicurezza e di poter raggiungere autonomamente servizi primari come l’ufficio postale centrale, l’ospedale e i plessi scolastici dell’area.

Sicurezza e “mobilità lenta”

“Al centro del progetto del percorso inclusivo – afferma la vicesindaca e assessora ai Lavori Pubblici Isabella Bronzino – c’è l’esigenza di garantire a tutti i cittadini la possibilità di muoversi a piedi, in piena sicurezza ed autonomia, attraverso percorsi gradevoli, agevoli, privi di ostacoli naturali o artificiali, in zone della città in cui è particolarmente ampia la presenza di servizi, in un contesto ambientale ottimizzato dal punto di vista estetico e del decoro urbano. Rappresenta inoltre, e non certo secondariamente, un elemento strategico del più generale processo di potenziamento della cosiddetta “mobilità lenta”, quella che privilegia gli spostamenti a piedi e che contribuisce in maniera significativa, attraverso un più equo ed armonico equilibrio tra spazi pedonali e spazi veicolari, alla riduzione dell’inquinamento atmosferico prodotto dalle emissioni e di quello acustico, favorendo al contempo occasioni di incontro e di socialità”.
Il progetto verrà presentato nello specifico domani 24 febbraio alle 18.00, in diretta su Facebook dalla pagina ufficiale dell’assessora Bronzino. Parteciperanno anche l’assessore regionale ai Lavori pubblici, Tutela del territorio e Mobilità Mauro Alessandri e il vicepresidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Massimo Cerri. Sarà collegato anche il sindaco Riccardo Varone che introdurrà la relazione.   
“Quello che presentiamo e di cui, nei prossimi giorni, daremo puntuale comunicazione riguardo tempi e modalità d’esecuzione, è uno di quei progetti che segnano una fase di storia cittadina – spiega il sindaco eretino –. Trasformare le condizioni di fruibilità e l’impatto estetico-funzionale di una porzione importante e centrale dell’assetto viario significa incidere virtuosamente sulla vivibilità complessiva, aumentandone gli standard in termini di tutela e coesione sociale, di sostenibilità ambientale, di valorizzazione del genius loci cittadino. Sottolineo inoltre che l’obiettivo di potenziare la pedonalizzazione di questi importanti assi viari, e non solo di questi, è legato a quello, già in fase di progettazione avanzata, costituito dalla realizzazione di parcheggi multipiano interrati nel centro città, in modo da soddisfare l’esigenza di posti auto e garantire la sosta sicura e corretta degli autoveicoli”.

.