La Lega valorizza Tivoli con tre incarichi

L’operazione di Claudio Durigon è stata chiara: rafforzare la Lega a livello territoriale, creando una struttura il più possibile diffusa nelle responsabilità e negli incarichi. Una strategia sicuramente azzeccata per evitare accentramenti e squilibri e quindi malcontento. Durigon d’altronde prepara il partito (e se stesso chissà se in qualità di leader) alla battaglia regionale dove l’obiettivo è vincere, quando si voterà, considerando anche l’attenzione che Matteo Salvini ha sulla casella Lazio oggi di Nicola Zingaretti.

E così in questo quadro di organizzazione del partito, grande attenzione è andata a Tivoli, come fa notare Ettore Tirrò, coordinatore comunale della Lega. “Tivoli ne esce protagonista” dice senza mezzi termini questo grazie agli esponenti d’oro del partito tiburtino. Andrea Napoleoni, capogruppo in consiglio, è nella segreteria regionale come responsabile della Pubblica amministrazione, (“grande esperienza amministrativa”) e al consigliere Vincenzo Tropiano è stata affidata la responsabilità degli Enti Locali del quadrante Nord-Est della provincia di Roma. A lui Tirrò riconosce la “lungimiranza”.

“Il Partito, in questa vasta area, ha deciso di creare tre macro aree autonome con un coordinamento anch’esso completamente autonomo. Infatti nell’area di nostro interesse è stato nominato Antonio Proietti, consigliere in area metropolitana, come responsabile della segreteria politica della Lega per il nord-Est. La meritocrazia ha prevalso nel veicolare le scelte dell’On. Durigon, il duro lavoro, la preparazione e la lealtà sono valori non negoziabili nella Lega Nazionale ed anche locale. A nome del direttivo e dei dipartimenti Lega Tivoli, buon lavoro ai nostri rappresentanti”.

.