Guidonia, controlli in alta definizione: è la nuova sala hi-tech della Protezione civile

Una telecamera che scruta il territorio di Guidonia e dintorni, con immagini ad altissima risoluzione, al servizio della protezione civile per interventi più tempestivi e più mirati in caso di emergenza. È hi-tech la nuova sala operativa del Nucleo volontari Guidonia (Nvg). La novità, che mette i volontari all’avanguardia nel monitoraggio del territorio, l’ha presentata ieri nella sede di via Roma il presidente, Raoul Baccei insieme ai colleghi dell’Associazione Volontari Radiosoccorso di Tivoli e agli operatori delle forze dell’ordine specializzati in controllo del territorio e tutela ambientale. Perché sì, il principale obiettivo della nuova strumentazione “è quello – spiega Baccei – di ottimizzare il servizio antincendio, un apporto fondamentale per individuare il prima possibile le fiamme che si alzano nel circondario. Vale per gli incendi e vale per affrontare con la massima efficacia possibile il fenomeno dei roghi tossici”.

A donare la telecamera un’impresa del territorio, la Manutenzione Compi 76 srl di Manuel Magazzeni. “E’ un gesto di collaborazione verso la città in cui lavoriamo in segno di massima condivisione e solidarietà”, hanno spiegato Giuseppe Puce e Vito Masiello, rispettivamente responsabile commerciale e contabile della ditta. Si tratta di una telecamera Comelit Ptz, che rende immagini ad altissima risoluzione.

“Lo abbiamo chiamato progetto Galileo – aggiunge il presidente Nvg, Baccei – e questo è il primo passo. Si prevede di aggiungere altre telecamere governate da questa postazione. E’ molto importante perché con immagini così nitide è possibile fare zoom sul luogo in cui si rileva l’incendio o il problema e calibrare il tipo di intervento direttamente prima della partenza, il tutto in coordinamento con la sala operativa regionale. Significa ottimizzare, anche sulle uscite”.

Uno strumento in più anche per i carabinieri forestali. “Sarà un ausilio importante – ha sottolineato Pier Francesco Donzelli, comandante della stazione dei carabinieri forestali di Ciciliano – per il contrasto alla combustione illecita di rifiuti, un problema con ricadute sulla salute pubblica. In questo è fondamentale che, come in questo caso, tutte le forze in campo facciano quadrato e sistema”.

Le potenzialità vanno oltre il territorio di Guidonia. “E’ importante anche per il territorio tiburtino – ha spiegato infatti Roberto Di Lisa, responsabile operativo dell’associazione Volontari Radiosoccorso Tivoli -. Si può prevenire molto di più il danno causato dagli incendi boschivi, per esempio. Arrivare prima e bene significa controllare con più efficacia l’incendio”.

Sulla nuova postazione potrà contare anche la Polizia Municipale di Guidonia. “Si tratta – ha sottolineato il comandante, Paolo Rossi – di uno strumento strategico importantissimo. Un’arma in più per contrastare il fenomeno degli incendi, sicuramente. Ma anche di supporto per tante altre attività visto il monitoraggio continuo sul territorio”.