Covid, Asl Roma5: conteggi sistemati, nessun tampone è andato perso

La Direzione strategica della Asl Roma5 rassicura che il dato di circa 800 referti  non precedentemente comunicati alle istituzioni, grazie al lavoro del team di oltre 60 persone dedicato esclusivamente a questo, è stato riallineato. “È bene chiarire che non si tratta di tamponi andati perduti. A causa dell’elevato numero dei tamponi eseguiti e all’andamento in crescita del numero dei positivi, come purtroppo in tutta la nazione, si è determinato un sovraccarico dei laboratori di analisi e del sistema di tracciamento dei referti,  che ha portato ad un ritardo nelle comunicazioni istituzionali del numero dei positivi. Va chiarito che gli utenti compresi in questo gruppo di 800 erano già in quarantena perché contatto di caso o già in isolamento per pregressa positività. Chi viene sottoposto a tampone molecolare ha in ogni caso l’obbligo di rimanere a domicilio perché il tampone molecolare è un test di secondo livello effettuato a soggetti con elevata probabilità di avere contratto il virus sulla base di prescrizione medica.
Si continua comunque con le verifiche incrociate e con il contact tracing per essere certi che tutti i possibili “contatti” siano tracciati e contattati dal personale del SiSp che anche sabato e domenica continua nel suo impegno”.