Controlli anti-covid: 6 sanzioni a Tivoli nel we

Nel weekend appena concluso gli agenti e gli ufficiali della polizia locale hanno svolto un’attività di controllo su tutto il territorio tiburtino, per assicurare il rispetto delle disposizioni di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 adottate dal Governo e dalla Regione Lazio.

Nelle giornate di sabato 28 e domenica 29 novembre sono stati effettuati servizi mirati con l’impiego di sei pattuglie e complessivamente dodici agenti. L’attività ha permesso di accertare sei violazioni delle disposizioni governative e regionali, in particolare è stata sanzionata un’attività commerciale che vendeva prodotti non ricompresi (e quindi non autorizzati) nel decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 3 novembre scorso – che insieme alle tre aree italiane corrispondenti ad altrettanti scenari di rischio, individua anche per ciascuna di esse delle specifiche misure restrittive –. Una seconda attività è stata sanzionata in quanto stava somministrando bevande al di fuori delle 18, limite orario massimo stabilito dal Dpcm del 3 novembre. Nessuna attività commerciale è stata chiusa.

Le altre sanzioni hanno riguardato quattro ragazzi che stavano consumando bevande alcoliche in prossimità di alcuni locali cittadini, in contraddizione anche in questo caso con quanto disposto dalle attuali norme indirizzate a ridurre drasticamente la movida e la circolazione delle persone in orario serale e notturno, con l’obiettivo di evitare i raggruppamenti di persone.

 

Per quanto riguarda l’utilizzo delle mascherine, invece, si è riscontrato in linea di massima che la maggior parte dei cittadini la indossa in modo ottimale – eccetto rari casi – e di questo il corpo di polizia locale si rallegra e si complimenta con la popolazione.

 

«Ringrazio gli agenti per il lavoro svolto nel corso della fine settimana e la vicecomandante Eleonora Giusti che ha coordinato l’attività, che proseguirà nei prossimi giorni sempre con nuovo impulso e maggiore presenza proprio durante i weekend, essendo davvero fondamentale in una situazione di emergenza sanitaria», commenta il comandante Roberto Carbone.

.