Conti Tivoli, critica la maggioranza: “Cambiare passo, è l’ultima chiamata”

L’ora dei conti batte e la maggioranza fa emergere tutte le criticità finora nascoste a stento. Il covid-19 non ha fermato la polemica politica figlia di un’insofferenza malcelata in realtà da mesi e messa a tacere con una serie di accorgimenti tecnici che alla fine hanno risolto poco è niente. Il riassunto delle puntate precedenti è presto fatto: i quattro consiglieri in forza all’amministrazione Proietti, Domenico Cecchetti, Nello De Santis, Alessandra Fidanza e Angelo Marinelli, avevano già evidenziato le difficoltà a riconoscersi in un quadro decisamente accentrato sulla figura del Sindaco e di una manciata di consiglieri con la tendenza a fare poco gruppo. Una spaccatura pericolosa che ha portato la stesso primo cittadino a tentare la via della mediazione spingendo l’armata (un po’ Brancaleone a dirla tutta) a trovare punti di contatto in nome del bene comune. Una strategia che finora non ha sortito grossi risultati, come dimostra la posizione critica assunta in aula oggi all’arrivo dell’Assestamento Generale e del Bilancio consolidato da tutto il gruppo, iniziando da Fidanza e De Santis.

Fidanza: “È necessario un cambio di passo che evidentemente non c’è stato”

“Il preventivo assestato al 30 novembre che ci viene presentato, appare fragile come la stessa assessora ammise il 31 luglio. Certamente quadra contabilmente. Ma altrettanto certamente non è in grado di essere lo strumento per affrontare le sfide che come amministrazione tiburtina dobbiamo affrontare. Che sia fragile la struttura di bilancio lo dice la storia recente. Nel 2015 sono stati coperti 18 milioni per residui passati. Nel 2019 altri 14 per disequilibrio, sempre dovuto ai residui, accumulato nei cinque anni precedenti. Se non è problema strutturale questo! Occorre lavorare, occorre cambiare direzione, è necessario un cambio di passo, quel cambio di passo che gli elettori ci hanno indicato votando l’intera coalizione Proietti lo scorso anno, quel cambio di passo che avevo sollecitato già nel mio intervento del 31 luglio. E che evidentemente non c’è stato. Siamo ancora in tempo? Forse si. Forse è l’ultima chiamata”, ha dichiarato Fidanza in aula. “Il rispetto dei ruoli e la consapevolezza delle responsabilità politiche aiuterebbe, a nostro parere, quel cambio di passo tanto invocato e tanto necessario. Alleanza per Tivoli è pronta a dare il proprio contributo, nelle sedi politiche e nelle sedi istituzionali come il consiglio e le commissioni”.

De Santis: “Nella mia lista qualcosa è cambiato. Il Bilancio? Sono preoccupato”

Parole chiare che non lasciano adito a retropensieri come quelle di Nello De Santis che si è tolto anche qualche sassolino dalla scarpa nei confronti dell’Assessore al Bilancio, Maria Rosaria Cecchetti: “Devo ammettere di essere preoccupato per lo stato del bilancio che andiamo a votare. Una situazione critica che merita delle critiche. È evidente. La prima critica è che non tutte le scelte rappresentate in questi numeri sono state condivise con chi, penso a tutti i consiglieri di maggioranza, con il voto del 31 luglio confermato oggi, si assumono la responsabilità politica delle scelte. Le mie critiche esposte in questa sede formale vogliono proprio guardare avanti, vogliono essere costruttive, sono fatte con il desiderio di contribuire a cambiare passo. Nonostante la delega la bilancio sia in mano ad un assessore che era candidato nella mia stessa lista non mi sono sentito coinvolto nelle scelte e nelle preoccupazioni espresse dallo stesso assessore in sedi istituzionali come le commissioni. Evidentemente qualcosa è cambiato dallo scorso anno nei rapporti politici e personali dentro la lista – e conclude – Sindaco, voteremo sulla fiducia anche questo assestamento nella consapevolezza che occorre cambiare passo. Non da domani, da ieri”. Cosa succederà adesso? Nessuno è in grado di prevederlo, neanche Proietti che forse non potrà più fare finta di nulla ma sarà costretto a prendere atto della necessità di agire immediatamente e con un colpo deciso. La Giunta cambierà volto? Il 2021 potrebbe essere un anno decisamente interessante.

 
.