Caruso: “Non autorizzeremo mai il campo rom all’Albuccione. Anzi esposto alla Asl”

“Nessun campo autorizzato all’Albuccione”. Il consigliere Claudio Caruso è costretto a intervenire pubblicamente dopo le telefonate a ripetizione ricevute sulle voci che girano a Guidonia Montecelio secondo le quali sarebbe intenzione del Comune autorizzare l’insediamento nel quartiere a ridosso della Tiburtina. Il cinque stelle Caruso individua anche la fonte di questa girandola di voci false, “un consigliere di opposizione” che bolla come “millantatore”.

“Né io né questa amministrazione autorizzeremo la costruzione di un campo rom all’Albuccione. Purtroppo, quando non si sa dove attaccarsi devono usare gli starnazzamenti, il nostro scopo è portare allo smantellamento di quel campo abusivo e l’opportuna bonifica. Ho chiesto al Sindaco di porre nei confronti della proprietà di quel terreno, che è l’Asl, un esposto per insediamento abusivo cosa mai fatta ad oggi da un’amministrazione della nostra città. Non ci possiamo fermare alle chiacchiere ed alle telefonate cordiali servono fatti, soprattutto se gli stessi sono contro un altro Ente, non bisogna intimorirsi e perché interessa andare dritti verso la metà e la legalità”.

“Riguardo la situazione camminanti, questa amministrazione ha fatto i passi dovuti ossia controllo, sanzioni e censimento; ora abbiamo scritto al Prefetto per un incontro poiché egli è l’unico autorizzato a far effettuare lo sgombero con annesso foglio di via, in modo da non fare le solite marachelle da farli spostare da un posto all’altro. Questa amministrazione sta mettendo in campo tutto ciò che nel passato non è stato fatto per questo tema; non è più il tempo di aspettare ma di agire; i Cittadini di Guidonia Montecelio aspettano risposte concrete, e sono pronto ad andare contro qualunque autorità superiore pur di arrivare al risultato”.

.