Addio Simona, giornalista battagliera di Guidonia al servizio dei più deboli

Aveva 46 anni Simona Boenzi, giornalista, morta venerdì sera all’Ospedale di Tivoli a seguito di un incidente stradale a Guidonia. Aveva lavorato per diverse testate, da Guidonia Oggi a Tiburno, fino ad arrivare a Il Messaggero e per anni è stata cronista di Dentro Magazine, raccontando dalle colonne del free press la storia della Città dell’Aria.
 
Cronista attenta, animata da una grande passione che l’ha sempre spinta ad andare oltre la notizia a servizio dei più deboli, è stata parte di quella famiglia, a volte un po’ disfunzionale, che è una redazione, dove ognuno ha abitudini, pregi e difetti che si riversano irrimediabilmente negli articoli che sono l’anima e cuore di un giornale. Simona era un pezzo di quel cuore e di quella anima, battagliera, affidabile, pronta a raccontare vizi e virtù della città che tanto amava, la sua Guidonia. Era una leonessa, una giornalista di squadra dotata di intuito e di una forza invidiabile su cui si poteva contare sempre e di grande cuore. “Simò allora il menabò è pronto, apriamo con l’articolo tuo, pagina 3, 2.000 battute”. Quante volte negli uffici di via Pilo a Villanova o di Piazza Baracca a Guidonia è risuonata questa frase? Non credo sia possibile contarle, ma i ricordi restano lettera viva negli articoli preparati ogni settimana.
 
“Negli anni in cui sono stato sindaco di Guidonia, Simona ha curato la mia comunicazione. Lo ha fatto con la grande personalità di chi nella vita è riuscito a superare le proprie difficoltà e con un profondo senso di appartenenza, lo stesso con cui ha ripagato la fiducia riposta in lei. Era una persona su cui si poteva contare sempre, un’alleata infaticabile. Questo è il ricordo che mi porto dentro”, commenta l’ex primo cittadino Filippo Lippiello.
 
Con un fiocco nero l’amministrazione comunale di Guidonia esprime il proprio cordoglio: “Purtroppo ho appreso della scomparsa della giornalista Simona Boenzi, da molti anni impegnata sul nostro territorio con la sua attività professionale. Porgo le mie più sentite condoglianze e quelle dell’amministrazione alla famiglia e agli amici di Simona Boenzi”, dice il sindaco Michel Barbet.
 
La scomparsa di Simona lascia un vuoto, il vuoto di chi fa questo mestiere per vocazione, onorandolo ogni giorno con il rispetto verso il lettore. Ciao si.bo.
 
Anna Laura Consalvi
 
.