Una raccolta firme per aiutare la scuola di Tivoli Centro a non morire. Continua il braccio di ferro tra il Comune e le famiglie dei ragazzi rimasti senza aula ormai da un anno a causa dei problemi strutturali all’edificio di via del Collegio. Una diaspora, quella di alunni e insegnanti, che potrebbe essere destinata a durare se il Municipio non presenta valide soluzioni alternative che possano risolvere la questione. Per questo dopo l’iniziativa di qualche settimana fa il popolo della scuola torna in piazza fino a domenica con una raccolta firme in via del Trevio e un manifesto che fotografa la realtà dei fatti: “Perché la scuola torni al centro”.

“Con la chiusura della sede centrale dell’I.C. Tivoli I – Tivoli Centro, il centro storico di Tivoli ha perso un pezzo della sua vita e della sua storia. Nel Luglio del 2019 la storica sede dell’Istituto è stata chiusa per inagibilità e la decisione tampone dell’Amministrazione comunale ha portato ad un’ulteriore frammentazione dell’Istituto -. Si legge nel volantino diffuso in queste ore – Dopo un anno, l’Amministrazione sembra non preoccuparsi più delle sorti scuola e degli alunni che la frequentano. Nessuna decisione è stata presa. Nessuna delibera in merito. Sembra che l’argomento non interessi. Immobilismo e chiusura da parte del Comune di Tivoli. I genitori e i docenti della scuola rivendicano pari dignità per i loro figli e per i loro alunni e chiedono che l’Istituto abbia di nuovo la sua sede centrale con aule didattiche e polifunzionali, laboratori, una palestra e soprattutto che infanzia, primaria e secondaria vengano riunite in un unico edificio”. Gli attivisti saranno presenti al banchetto dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.