Si sta riprendendo piano piano nel centro di soccorso e riabilitazione per la fauna selvatica della Lipu il barbagianni trovato ferito alcuni giorni fa dentro Villa Adriana. L’intervento di recupero rapido, coordinato dai carabinieri forestali di Guidonia dopo la segnalazione del custode, è stato decisivo. Così come il trasporto effettuato dai volontari della protezione civile. “E’ rimasto senza mangiare per molto tempo ed era molto debilitato – spiegano dal centro Lipu di via Aldrovandi – ma ora sta rispondendo alle cure e sta prendendo peso. Fortunatamente non sono stati riscontrati né traumi né conseguenze di ingestioni pericolose”. Si tratta di un giovane esemplare di barbagianni, di circa un mese. Per ora rimane ricoverato alla Lipu con il numero 123, ma ha ottime speranze di guarire presto. E non appena sarà in grado di badare a se stesso si valuterà come e dove reintrodurlo in ambiente naturale. Potrebbe avvenire seguendo la tecnica di hacking, basata sull’utilizzo di voliere di ambientamento. Una sorta di “base” dove potrà trovare cibo assicurato per un graduale reinserimento. Finché, insomma, non imparerà sul campo a procacciarselo da solo. RedCro