L’azienda sanitario Asl Roma5 ha denunciato gli operatori che hanno lasciato il Nomentana Hospital, il Comune di Fonte Nuova dal canto suo invece non vede il caso. Sulla situazione complessiva del Nomentana Hospital poi le amministrazioni comunali vogliono più rassicurazioni. Confusione, rimpalli e assenza di coordinamento tra le istituzioni è quanto emerge da questa vicenda che è esplosa con la comunicazione da parte della Regione Lazio dell’allontanamento dalla struttura in isolamento da parte di quattro operatori positivi.

Per Fonte Nuova si sono comportati come da prassi

Secondo la versione del Comune di Fonte Nuova, “i quattro operatori risultati positivi presso il Nomentana Hospital si sono recati presso il proprio domicilio, in quanto asintomatici, come da prassi”. Cosa che non trova riscontro con quanto affermato dalla Asl. Oltre a questo, il sindaco Presutti insieme ai colleghi di Mentana e Monterotondo ha formulato nella serata di ieri tre richieste alla Asl Roma 5: ulteriori rassicurazioni sul cordone sanitario predisposto dal Nomentana Hospital per contenere il contagio, l’elenco con i relativi recapiti di tutte le persone che hanno usufruito di prestazioni sanitarie o sono state dimesse dalla struttura nei 14 giorni precedenti all’istituzione del cordone sanitario, l’attivazione di un protocollo di sorveglianza attiva con aumento dei tamponi per tutti i pazienti ricoverati e gli operatori sanitari.  

La Asl chiarisce di aver denunciato e che la struttura è in sicurezza

A stretto giro è arrivata la risposta della Asl Roma 5, con una nota diffusa nella serata di ieri. “La situazione che si è presentata presso il Nomentana Hospital sotto il profilo sanitario, che è sotto controllo, è stata ampiamente comunicata alla Regione Lazio. La struttura è in sicurezza e isolata”. Questo è il primo punto, molto importante, che ha chiarito l’Asl. In merito alla violazione del regime di sorveglianza, il dg dell’azienda sanitaria ha già presentato una denuncia.  “In riferimento all’allontanamento avvenuto la notte scorsa di quattro dipendenti risultati positivi alloggiati presso il Nomentano Hospital – recita il comunicato –, si comunica che il Direttore Generale della Asl Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, ha provveduto a sporgere denuncia presso la stazione dei carabinieri di Mentana. Le persone sono state identificate e diffidate dai militari a restare nelle proprie abitazioni. Continua senza sosta l’attività di controllo dei carabinieri onde evitare altri simili accadimenti. La Prefettura, i sindaci, le forze dell’ordine e i vigili del fuoco sono state informate della situazione ognuna per propria competenza. Il Nomentana Hospital rassicura sulle misure di sicurezza adottate sia per i pazienti che per gli operatori, dotati degli idonei dispositivi di protezione individuale”.
Emanuele Del Baglivo