C’è stato un caso positivo di coronavorus in una residenza sanitaria assistita di Guidonia Montecelio ma dopo ore dalla notizia diffusa dalla Regione Lazio, quando ormai è tarda sera, l’amministrazione chiarisce che la struttura in questione non è in isolamento. Dall’otto marzo ai parenti non è più permesso fare visita, come imposto dalle restrizioni generali. “La struttura, che ha 28 posti da degente e impiega 17 persone tra amministratori e operatori, ha ospitato una persona dimessa alcuni giorni fa, che da un controllo è risultata positiva al Covid19 – ha spiegato il sindaco Michel Barbet – Da parte della Asl sono scattate immediatamente le verifiche epidemiologiche di protocollo delle quali sapremo gli esiti a giorni. Al momento, non è stato necessario porre in isolamento la residenza in quanto già dai primi giorni del mese di Marzo, vigevano le restrizioni sulle visite dei parenti e sul contenimento della diffusione del virus. All’esito dei controlli Asl verranno prese eventuali ulteriori misure che comunicheremo immediatamente alla cittadinanza”.