Scontro sulla partecipazione tra i 5S e gli ex di maggioranza Loredana Terzulli e Claudio Zarro. Proprio a firma dei due nuovi oppositori andati al gruppo misto, c’è la richiesta di istituire a Guidonia Montecelio il question time. Di cosa si tratta? La possibilità per i cittadini e le associazioni di intervenire in aula prima dell’inizio del consiglio comunale per porre domande e temi sui quali interessare l’assise. Uno strumento di dinamismo e di coinvolgimento dei cittadini, dicono Terzulli e Zarro che appunto il 14 febbraio hanno presentato la mozione che sarà discussa nel prossimo consiglio. La proposta fa parte del programma cinque stelle e mai attuata, ma dopo la formalizzazione dei due consiglieri, la maggioranza ha messo il tema in discussione in commissione per marzo. “Fa sorridere amaramente il fatto che la maggioranza debba seguire l’agenda setting impostagli da due consiglieri fuoriusciti dal gruppo 5S – dice Terzulli – ma già sappiamo come si comporteranno, facendo ostruzionismo si qualcosa che potrebbe essere invece approvato velocemente nel prossimo consiglio comunale e per quale faranno blocco solo perché proposto da noi”. Insomma, la tesi della Terzulli è chiara: la maggioranza ha messo il question time tra gli argomenti della commissione oggi presieduta da Claudio Caruso, perché vuole mandarla alle lunghe invece di votarla direttamente in consiglio.

L’attacco dei 5S Toro e Caruso

Ma le repliche non si sono fatte attendere, proprio sotto il post della Terzulli. Prima il consigliere 5S Alessandro Toro: “Ma la consigliera Terzulli, visto che era presidente della commissione Affari istituzionali, ovvero della commissione nella quale ho proposto di mettere il suddetto tema in odg per il prossimo mese, perché non ha affrontato mai l’argomento? Qualcuno la ha ostacolata? In 3 anni perché non lo ha mai fatto?”. Il presidente Claudio Caruso usa invece l’ironia: “Come fa ultimamente apre bocca e gli dà fiato, io non sapevo nulla ma lei come mai da questa sua vittoriosa carriera da presidente non lo ha mai proposto? Comunque non l’ho mai vista così attiva sui social come ultimamente. Una vera politica, avrà il mio voto quando si ricandiderà”.

Terzulli: “Nemici di voi stessi”

Ma la Terzulli non ci sta e ricorda il lavoro fatto: “Come Presidente in due anni alla Commissione ho proposto, organizzato , condiviso, discusso e concluso numerosi documenti e progetti e ne sono orgogliosa”. E li cita tutti e poi l’affondo: “Mi attaccate perché siete in difficoltà altrimenti non capisco perché, così tanto livore, vergognoso come vi state comportando, continuate a perdere tempo con i vostri banali attacchi invece di pensare al bene della nostra Città e ai servizi per I cittadini. Fatela finita, nemici di Voi stessi”. Come si dice, volano stracci.