Sale l’allerta anche nella Regione Lazio per il Coronavirus. Al momento non ci sono casi registrati sul territorio ma le misure di emergenza di certo non mancano. A tenere alta l’attenzione sono anche le sigle sindacali che lavorano in Asl Roma 5, in particolare la Cisl FP Roma Capitale, che oggi ha presentato una lettera firmata da Dimitri Cecchinelli e indirizzata al Direttore Generale, Giorgio Santonocito, con cui nei fatti si chiedono una serie di misure da mettere in campo per sostenere l’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli in caso di assalto, come già è successo in alcune zone d’Italia. Nell’elenco delle richieste le mascherine ad alto grado di filtrazione ffp2 e ffp3 in tutti i reparti e i presidi, scrivono, sono finite anche nei magazzini; la creazione di un percorso ad hoc nei Triage; il potenziamento del personale medico e infermieristico e mantenimento di quello in forza alle Ambulanze del Trasporto Secondario Protetto, attivato per il periodo di iper afflusso da Sindrome influenzale; il rifornimento di tutti i presidi dell’azienda sanitaria del test per la diagnosi del Corona Virus e infine per ultimo ma non in ordine di importanza, l’organizzazione di una task force aziendale per monitorare la situazione.