Sei coltellate in pieno stomaco per punire la rivale in amore. E’ stata arrestata, dopo un’indagine lampo dei carabinieri della stazione di Campagnano di Roma, una 36enne del posto, incensurata, con l’accusa di tentato omicidio e con l’aggravante della premeditazione. Nel primo pomeriggio di martedì, verso le 14 circa, al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Andrea è arrivata una ragazza di 28 anni, edicolante di Mazzano Romano, con ferite da arma da taglio all’addome. La donna era accompagnata da una conoscente.

I carabinieri, informati dai sanitari dell’aggressione subita dalla ragazza, fortunatamente non in pericolo di vita, hanno avviato immediatamente le indagini. In poco tempo hanno accertato che la ragazza, mentre si trovava presso la propria edicola in Mazzano Romano, era stata accoltellata dalla 36enne al termine di una accesa discussione scoppiata per motivi passionali. I militari, dopo aver ascoltato la versione della vittima e sentito i testimoni, hanno rintracciato la responsabile presso la propria abitazione, e rinvenuto anche l’arma del delitto ancora sporca di sangue vicino all’edicola. Al termine degli accertamenti la donna è stata arrestata ed accompagnata presso il carcere di Roma Rebibbia, a disposizione dell’autorità giudiziaria.