Polemiche dopo la cerimonia dell’amministrazione di Guidonia per commemorare le vittime delle Foibe. A scatenare le ire leghiste, l’intervento del sindaco Michel Barbet. “Nel suo intervento in Piazza Martiri delle Foibe, durante la commemorazione per la Giornata del Ricordo, non ha mai fatto cenno alle Foibe e a ciò che esse rappresentano per gli italiani”. Tuona così il coordinatore comunale della Lega Alessandro Messa. “Un discorso di due minuti scarsi, vuoto e banale, tanto da lasciare perplessi pure i bambini della scuola elementare dell’istituto A.Manzi, che erano arrivati per partecipare alla cerimonia. L’approssimazione con la quale il sindaco affronta certi temi fa il paio con quella utilizzata per amministrare Guidonia”.

Insomma per Messa, sempre peggio. “Piazza Martiri delle Foibe versa da anni in condizioni di degrado assoluto. La palestra comunale adiacente è ormai un rudere fatiscente, ridotto a ricovero per topi. E non si partecipa neppure ai bandi per ottenere finanziamenti destinati alla riqualificazione delle strutture sportive. Il decoro urbano completamente assente, preferendosi dirottare i soldi pubblici in consulenze inutili e in incarichi superflui. Magari affidati a qualche amico. Le strade disseminate di buche, poi, sono talmente una costante da sembrare una normalità. Barbet ha offeso il nostro passato, sta umiliando il nostro presente e danneggiando il nostro futuro”.