Il sindaco Marco Benedetti revoca con un decreto l’incarico di Comandante della Polizia Locale di Mentana assegnato il 3 febbraio a Tonino Tabanella. L’esito della selezione per individuare il futuro capo dei vigili aveva sollevato subito molte polemiche e la scorsa settimana l’opposizione aveva presentato un esposto sia all’Anac che alla Procura della Repubblica per far chiarezza sulle procedure utilizzate dall’amministrazione per scegliere questa figura.
“Avevamo ragione, era illegittimo. Ripristinata la legalità, ma ora vanno verificate le responsabilità. Non è possibile che si sia fatta da parte del Sindaco Benedetti una così evidente violazione di legge in perfetta buona fede a meno che Tabanella sia stato assessore “a sua insaputa” – attacca il consigliere Francesco Petrocchi –. Ora vanno accertate responsabilità di questa surreale vicenda che ha vulnerato la legalità e la trasparenza delle procedure. Il Comune accerti se le dichiarazioni rese dal neocomandante siano mendaci come prevede la norma e non assuma atteggiamenti strumentali e dilatori. Anche perché errare è umano, ma perseverare è diabolico. E porta anche a gravi conseguenze e responsabilità”. Molto duro il commento del capogruppo della Lega, che insieme a tutti gli altri colleghi della minoranza, raccoglie una prima vittoria. Tuttavia, l’atto di Benedetti ha solo uno scopo cautelativo “al fine di garantire sempre la correttezza e la trasparenza dell’azione amministrativa anche medio tempore”, come si legge nel decreto. Le funzioni da Responsabile degli Uffici e Servizi Riuniti nel settore Polizia Locale e Sicurezza verranno assunte dalla dott.ssa Noemi Spagna Musso, Segretario Generale e Dirigente dell’Area Amministrativa.
Emanuele Del Baglivo