Secondo l’opposizione in consiglio comunale, la nomina di Tonino Tabanella come nuovo Comandante della Polizia Locale di Mentana è illegittima. I consiglieri di minoranza chiedono la revoca immediata e inviano esposto all’Autorità Anticorruzione e in Procura. Tutti i gruppi d’opposizione concordano sul fatto che Tabanella non possa ricoprire questo ruolo, in quanto fino a 2 anni fa era assessore a Mentana con questa maggioranza.
“Esiste infatti una norma di legge ostativa che in casi analoghi vieta la conferibilità della funzione proprio per evitare possibili conflitti di interesse – recita il comunicato congiunto diffuso dalle opposizioni –. Ci siamo per questo sentiti in dovere di formalizzare un esposto sia all’Autorità Anticorruzione, che alla Procura della Repubblica affinché facciano piena luce sulla legalità dell’atto”. La minoranza sferra un pesante attacco anche al primo cittadino mentanese, travolto negli ultimi giorni anche dall’affaire Madonna delle Rose: “Troviamo semplicemente assurdo che il sindaco Marco Benedetti non si sia accorto della esistenza di questa norma – continua la nota –, a meno che non dobbiamo pensare che non abbia memoria del fatto che proprio Tabanella, esponente di spicco della lista civica Mentana nostra e padre di un consigliere comunale di maggioranza, sia stato suo assessore. La verità è che con questa nomina siamo dinanzi all’ennesimo episodio di un sindaco che dà ai cittadini di Mentana un’immagine di amministrazione pubblica attenta più che ai bisogni della cittadinanza a conferire incarichi anche di natura tecnico istituzionale, come in questo caso, a persone vicine al suo credo politico. Ci sembra doveroso quindi anche solo per mera opportunità politica l’immediata revoca della nomina. Un sindaco con un minimo senso delle istituzioni non può fare altrimenti”.
Emanuele Del Baglivo