Tivoli è pulita? Sì, senza ombra di dubbio, ma volendo essere fedeli all’espressione nazional-popolare “lontano dagli occhi, lontano dal cuore” ci sono alcune zone che loro malgrado sono diventate bersaglio preferito degli amanti delle discariche abusive. Certo il termine può essere un po’ forte e forse anche sovradimensionato vista l’entità del fenomeno, ma rende bene l’idea di quello che accade quando la tentazione di liberarsi dell’immondizia un po’ dove capita prende il sopravvento. Succede così che Villa Adriana e Paterno ben presto si ritrovino ad accogliere sacchetti della spazzatura ai margini delle strade meno battute, ma anche materassi, scarti di elettrodomestici e chi più ne ha più ne metta. Una tradizione, quella degli amanti del genere, che pare sia dura a morire, nonostante i risultati in tema di raccolta differenziata siano più che lusinghieri e il lavoro fatto in questi anni quasi incredibile. In realtà non è la prima volta che segnaliamo una situazione di questo genere: qualche mese fa, grazie alle immagini mandate da un lettore abbiamo portato alla luce la stessa problematica, smentita nell’intervista in diretta rilasciata dall’amministratore unico di Asa Spa, Francesco Girardi. La storia oggi si ripete, con l’augurio che stavolta più che smentita venga risolta.

Anna Laura Consalvi