Il personale verrebbe spostato in base alle indicazioni del sindaco, una delle ragioni che ha spinto Loredana Terzulli a lasciare la maggioranza cinque stelle di Guidonia. Ma le reazioni adesso non mancano. La Cgil funzione pubblica denuncia il metodo che andrebbe contro tutte le regole. Il sindacato è pronto a portare il caso presso le autorità. 

“Apprendiamo dall’intervista di Dentro Magazine alla consigliera Loredana Terzulli che sarebbe il Sindaco a decidere addirittura gli spostamenti del personale del Comune di Guidonia Montecelio. Se ciò fosse confermato, ci troveremmo di fronte ad un gravissimo abuso da parte del primo cittadino che ci troverebbe costretti a denunciarne il comportamento presso le autorità competenti a scopo cautelativo e al fine di tutelare tutti i lavoratori dell’ente”. La Cgil spiega le ragioni: “Le normative vigenti di settore, separazione di indirizzo politico e gestionale, e soprattutto la normativa anche contrattuale sul pubblico impiego individuano il provvedimento di trasferimento quale atto gestionale del dirigente-datore di lavoro, escludendo in tale ambito qualsiasi ingerenza politica. Inoltre, in questo Ente, per espressa norma regolamentare i trasferimenti devono essere decisi esclusivamente dal comitato dei dirigenti, previo assenso dei dirigenti interessati. Quanto dichiarato dalla consigliera andrebbe a gettare ingombranti ombre anche sui motivi per cui il Sindaco continui a partecipare assiduamente a tutti i comitati dei dirigenti, sebbene il vigente Regolamento sugli uffici e servizi non preveda affatto la sua presenza. Sarà nostra premura nei prossimi giorni chiarire la situazione con gli uffici di competenza. Ci assicureremo che vengano rispettate normative di settore e i diritti dei dipendenti in materia di trasferimenti anche nelle sedi opportune”.