Una “voce libera”, così il polo civico definisce Claudio Zarro, a poche ore dall’addio del consigliere alla maggioranza cinque stelle. Dopo mesi di critiche, il presidente della commissione commerci e attività produttive ha tirato le somme, decretando l’addio alla compagine. Le reazioni si susseguono: Accogliamo con rispetto e soddisfazione l’abbandono del fallimentare governo Barbet da parte del Consigliere comunale Zarro. Finalmente fra i banchi della maggioranza una voce libera e consapevole si alza e con sobrietà, sacrificando la propria visibilità ed i propri interessi di parte, sottolinea che, purtroppo, è difficile fare peggio di questa amministrazione. Noi lo diciamo da tempo. Lo ringraziamo per la sincerità e lo incoraggiamo a continuare il suo impegno a favore di quello generale dell’intera cittadinanza di Guidonia Montecelio. Il suo eventuale voto contrario a questa amministrazione non sarà sufficiente a portare la Città ad elezioni sempre più necessarie, ma speriamo che il suo esempio sia di sprone ad altri colleghi di maggioranza per prendere consapevolezza e porre fine a questa inconcludente e dannosa gestione della cosa pubblica. Il Polo civico è impegnato da sempre nella costruzione di una classe dirigente preparata, consapevole e radicata sul territorio e da ciò deriva la posizione estremamente critica tenuta in questi anni contro questa amministrazione e pertanto apprezza l’impegno di quanti, fuori dai rigidi schemi predeterminati dai partiti, rischiano in proprio per l’interesse della città”.

LEGGI ANCHE – Zarro passa all’opposizione: le sue ragioni

LEGGI ANCHE – Zarro decreta il fallimento del governo Barbet. E la Terzulli è pronta a rompere