Dopo anni di attesa e richieste per un ampliamento dell’offerta formativa liceale a Guidonia Montecelio, terza città più grande del Lazio, finalmente, le famiglie del territorio e i docenti del Majorana Pisano, vedono realizzarsi un sogno: partirà a settembre 2020 il Liceo Musicale Statale. 

Preside Ciccotti, a chi si deve questa nuova e grande opzione di percorso liceale che viene offerta ai giovani del territorio?

Innanzitutto, il merito va al Collegio dei docenti e al Consiglio di Istituto che hanno creduto in una mia proposta, anche incoraggiata da tre anni di Contest Musicale che i ragazzi hanno realizzato all’interno della scuola, con veri e propri spettacoli cui hanno partecipato anche “i Gemelli di Guidonia”. Inoltre il gruppo di produzione cinematografica “Vittorio De Sica”, composto da studenti, ha realizzato circa venti cortometraggi, negli ultimi cinque anni, componendo musica da film. Un grazie va al Conservatorio di Santa Cecilia, e al suo direttore Roberto Giuliani, che hanno scommesso su questa città e sul nostro Istituto. Notevole la fiducia e l’incoraggiamento ricevuti dal MIUR nelle persone della dottoressa Maria Assunta Palermo, Direttore Generale, Rosalia Spallino, Michela Corsi, Andrea Della Gatta – USR Lazio. Ma senza l’ok prezioso di Roma Capitale, vicesindaco e assessore Teresa Zotta, e della Regione Lazio, assessore Claudio Di Berardino, saremmo ancora in alto mare.

Quindi un lavoro di sinergia tra scuola e politica…

Certo, le nostre agenzie formative (I.I.S. via Roma, Conservatorio di Santa Cecilia, Miur) e i rappresentanti politici, M5S e PD, hanno dimostrato una grande convergenza e maturità spendendosi tutti per il bene delle nuove generazioni, favorendo la formazione artistico-musicale dell’area tiburtina. E li ringrazio tutti di cuore. 

Visto che lei si occupa, in un certo senso, di politica culturale non pensa ad un futuro nella politica locale, come sostiene qualcuno dei suoi estimatori?

Direttore, ringrazio chi mi stima, ma sono vicino alla pensione. Inoltre, penso che ognuno debba fare bene quello che sa fare. E come preside ancora commetto degli errori, debbo migliorare. Come politico sarei un fallimento. Del resto, abbiamo ottimi politici trentenni-cinquantenni sul territorio, piuttosto attivi e rampanti.  Qualcuno è roboante ma va bene così.  

Torniamo alla scuola. È attrezzato l’istituto di via Roma per ospitare un liceo musicale?

Attrezzatissimo. Iniziamo con il ricordare che il nostro Auditorium, intitolato a “Mario Verdone” può ospitare 245 persone in comode poltroncine e può essere usato per esercitazioni/lezioni e concerti. Abbiamo un pianoforte a coda e ora stiamo ricevendo in dono uno secondo pianoforte verticale. Abbiamo due sale per registrazione del suono e diverse apparecchiature necessarie per la sua elaborazione digitale. 

Serviranno anche altri strumenti, alcuni costosi. 

Certo. La scuola parteciperà a bandi pubblici per aiutare le famiglie nell’acquisto di strumenti. Confidiamo, inoltre, che gli imprenditori del territorio ci aiutino per gli strumenti più impegnativi dal punto di vista dei costi, visto che si ha per la prima volta, nella storia della secondaria superiore a nord est di Roma, un liceo musicale. Chi non vorrà aiutare un futuro Verdi, Rossini, Abbado, Muti, Morricone? 

Questo nuovo Liceo Musicale è per i ragazzi che attualmente sono alle medie. E per chi è già iscritto nei corsi liceali o tecnici e ama la musica?

Per i ragazzi già frequentanti abbiamo, da quest’anno, inaugurato la Piccola Orchestra del Majorana-Pisano, e il Coro. Diversi ragazzi si sono iscritti, si stanno già esercitando e vedremo. 

Domanda pratica. E se dopo il Liceo musicale lo studente non intenderà proseguire con l’Accademia? 

Nessun problema. Il Liceo Musicale dà l’accesso a tutte le Facoltà universitarie.