Fonte Nuova e Mentana sono state premiate da Legambiente per il loro impegno nell’ambito della raccolta differenziata come comuni Plastic Free. A Fonte Nuova il percorso green prosegue con l’approvazione del progetto per il nuovo centro di raccolta. La giunta Presutti dà l’ok anche al nuovo sistema per il compostaggio.  

La soddisfazione di Benedetti

Il sindaco mentanese Marco Benedetti nella mattina di ieri ha ricevuto questo importante riconoscimento da Legambiente, alla presenza dell’assessore regionale con delega al Ciclo dei Rifiuti Massimiliano Valeriani. Il premio ai comuni Plastic Free vuole essere uno stimolo per innescare processi di sensibilizzazione alla riduzione del consumo di plastica rivolti alla cittadinanza. “Questo premio appartiene ai cittadini di Mentana, che dimostrano particolare sensibilità e responsabilità nell’affrontare questo tema – ha dichiarato Benedetti –. Tale risultato può essere raggiunto solo tramite la sinergia tra cittadini, struttura comunale e operatore della raccolta. Per questo ringrazio gli impiegati del Comune di Mentana per il lavoro svolto e l’ati Paoletti-Cooplat (lo stesso operatore che si occupa della raccolta anche a Fonte Nuova ndr) per la professionalità messa in campo. Un risultato che deve continuare a stimolarci. Perché l’invasione della plastica nell’ambiente è un’emergenza e non possiamo dare in eredità ai nostri figli un mondo compromesso dalle nostre cattive pratiche”.

Sistema di compostaggio e nuovo centro raccolta a Fonte Nuova

Il Comune di Fonte Nuova premiato già a giugno come Rifiuti Free, taglia questo nuovo traguardo ma non si ferma qui. La giunta civica ha approvato in questi giorni due delibere per agevolare ulteriormente la raccolta differenziata. Per sostituire l’isola ecologica provvisoria di via Molise, causa di molti disagi, l’amministrazione ha dato il via libera al progetto di fattibilità per un nuovo centro di raccolta sempre a Santa Lucia, ma in via Monte Bianco. L’opera verrà a costare circa 575 mila euro e verrà finanziata in parte con fondi regionali. In più la giunta ha approvato anche il progetto definitivo per la realizzazione di un sistema di compostaggio rivolto alle utenze domestiche e non domestiche del comune. Il costo dell’operazione si aggira intorno ai 153 mila euro e anche in questo caso verrà finanziato parzialmente con fondi regionali.
Emanuele Del Baglivo