Manca poco alla inaugurazione della statua di Santa Lucia e della grotta che la ospiterà, predisposta dal Comune di Fonte Nuova all’incrocio tra via delle Molette e via Monte Bianco. Nella giornata di mercoledì la riproduzione della santa è stata benedetta da Papa Francesco, presso la Sala Nervi, alla presenza di una delegazione dei consiglieri di maggioranza.

L’inaugurazione

Tutta la cittadinanza è stata invitata dall’amministrazione a partecipare alla cerimonia che si terrà venerdì 13 dicembre, proprio nel giorno dedicato alla santa da cui la frazione prende il proprio nome. L’appuntamento è per le 18 alla Parrocchia di Santa Lucia per la Santa Messa, presieduta da Mons. Ernesto Mandara, Vescovo della Diocesi Sabina-Poggio Mirteto di cui fa parte Fonte Nuova. Alle 19.30 le celebrazioni proseguiranno presso la Grotta di Santa Lucia che verrà inaugurata ufficialmente anche dal sindaco Piero Presutti e dai rappresentanti istituzionali.

La visita archeologica

Oltre all’aspetto religioso, l’importanza del luogo è data anche dal suo valore archeologico. Tanto che la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale ha organizzato per sabato 14 dicembre alle 10.00 un evento guidato, gratuito e aperto a tutti, all’interno della grotta. Nella località sorgeva la cinquecentesca Osteria delle Molette, raffigurata in una fonte cartografica del 1618 e descritta in un inventario del 1765 dell’Archivio Borghese, sbrigativamente demolita per motivi di sicurezza nel 2008. I lavori finanziati dal comune ed eseguiti sotto la supervisione scientifica della Soprintendenza hanno portato al recupero dell’area retrostante l’Osteria, dove si apre la grotta artificiale a forma di galleria voltata, nella quale sgorga perenne una sorgente. L’intervento di recupero ha liberato la grotta dall’interro, consentendo alla risorgiva, raccolta in un bacino su fondo, di defluire nuovamente all’esterno sul bel piazzaletto lastricato venuto alla luce durante gli scavi. Proprio all’ingresso di questo sito verrà posizionata la statua di Santa Lucia. La piccola area di forma semicircolare, cui fa da sfondo la parete di tufo utilizzata anticamente come cava, è stata abbellita con piante e aiuole e resa fruibile tramite comodi accessi dal marciapiede antistante. 

Emanuele Del Baglivo