I carabinieri della compagnia di Monterotondo hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro patrimoniale, emesso ai sensi del testo unico Antimafia dal tribunale di Roma su richiesta della Dda, nei confronti di un 42enne di Fonte Nuova, pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, attualmente agli arresti domiciliari.Le indagini patrimoniali hanno consentito di accertare che l’uomo, arrestato il 30 gennaio 2019 per la detenzione di due chili di cocaina, avesse la disponibilità, per interposta persona, di beni il cui valore è risultato sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati al fisco, tali da farne presumere la provenienza illecita. Sono stati sequestrati: tre immobili (a Fonte Nuova, Mentana e Amatrice), un veicolo, due conti correnti. Valore complessivo: oltre 400mila euro. La misura patrimoniale odierna è la terza operata nel 2019 dalla compagnia carabinieri di Monterotondo, dopo quelle eseguite nel mese di luglio e nel mese di novembre, attività che hanno portato al sequestro, in totale, di 18 immobili, sette veicoli e 15 conti correnti per un valore totale di oltre 2 milioni di euro. RedCro