Motoseghe in azione a Montecelio, il borgo antico di Guidonia, che da potenziale gioiello della terza città del Lazio è sempre più simbolo di disagi e disservizi. L’ultima trovata che fa imbufalire i residenti è la decisione dell’amministrazione cinque stelle di dare un taglio a alberi e arbusti sul fronte strada nei pressi della scuola e del giardinetto, area oggetto di un intervento di ristrutturazione da 170mila euro. Qualcosa non va per Simone Guglielmo, il consigliere del Pd carte alla mano, raccoglie prima le rimostranze dei cittadini del borgo e poi pone quesiti al Comune. “Sono state tagliate le magnolie e faranno fuori tutti gli alberi, ci sono due cedri immensi, credo secolari. L’amministrazione ha interpellato gli agronomi? Ha rispettato le prescrizioni previste nella stessa relazione dei lavori pubblici?”. Cioè uno studio approfondito delle alberature per capire come preservarle senza che arrechino danno alla pavimentazione. “La verità è che i cinque stelle a Guidonia da ambientalisti si sono trasformati in boscaioli”.