Benvenuti in mare aperto, dicono le sardine di Guidonia Montecelio per annunciare la nascita del movimento anche nella terza città del Lazio contagiata dalla febbre che da Modena e Bologna sta attraversando l’Italia. Le sardine sono nate nei giorni della campagna elettorale in Emilia Romagna come protesta, anzi voglia di affermare un’alternativa, nei confronti del leader della Lega Matteo Salvini. L’iniziativa che ha portato in piazza migliaia di persone sotto forma di flash mob è stata organizzata da quattro trentenni, Andrea, Giulia, Mattia e Roberto che hanno sbaragliato partendo da un tam tam su Facebook e con il passaparola. L’esperienza delle sardine è stata così semplice e sconvolgente insieme che da diverse parti d’Italia c’è chi ha risposto al richiamo. E così mentre Roma si prepara all’evento del 14 dicembre, anche a Guidonia Montecelio nasce il movimento.

“Cari populisti, tutti,  la festa è finita! Per troppo tempo avete tirato la corda dei nostri sentimenti, l’avete tesa troppo e si è spezzata. Avete urlato,  insultato e aizzato. Per anni avete rovesciato bugie ed odio su di noi e i nostri concittadini, avete mischiato verità e menzogne infondendo paure e rappresentando il mondo nel modo che vi faceva più comodo. Avete scelto di sopperire al vostro vuoto politico con una comunicazione fatta di slogan, luoghi comuni e fake news, lasciando i vostri seguaci scagliarsi e distruggere in rete la vita di chiunque non la pensasse come voi. Avete trattato temi importanti e delicati buttandola in caciara solo per cavalcare malcontento e rabbia.  Adesso basta ci avete risvegliati, ci riprendiamo la scena, le piazze e la rete con la bellezza,l’educazione, il rispetto, la cultura, la non violenza fisica e verbale, il confronto, l’integrazione e la solidarietà. Crediamo ancora nella politica sana e nei politici seri e preparati, ne sono rimasti pochi ma ci sono e torneremo a dargli coraggio. Grazie ai nostri padri, madri nonni e nonne avete il diritto di parola ma non avete il diritto di avere qualcuno che vi stia a sentire. Siamo già centinaia di migliaia e siamo pronti a dirvi basta. Lo faremo nelle nostre case, nelle nostre piazze e sui social network. Guidonia non abbocca oltre ai populisti e Guidonia non si lega. Noi siamo le sardine e adesso ci troverete ovunque. In attesa di un flash mob anche nella nostra Città vi invitiamo a partecipare e a seguire la pagina Facebook  “Sardine Guidonia Montecelio” per appuntamenti e attività”.