Dopo il successo dell’ultima edizione, domenica 17 novembre torna l’appuntamento della Regione Lazio con la Giornata di apertura straordinaria delle Dimore storiche per offrire a tutti l’opportunità di visitare gratuitamente l’immenso patrimonio di dimore, ville, parchi e giardini storici del territorio, decine di luoghi di grande fascino e incanto che arricchiscono tutte le province del Lazio. Dal 2017, anno della sua nascita, la Rete continua ad allargarsi: ad oggi sono 137 i siti coinvolti tra castelli e complessi architettonici, monasteri, chiese e conventi, palazzi e dimore storiche, parchi e casali. Luoghi straordinari, capolavori dell’arte e dell’architettura spesso poco conosciuti dal pubblico. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti ma orari e modalità di visita sono differenti.

Tra i siti visitabili c’è la Casa Gotica di Tivoli. L’entrata è prevista dalle 11.00 alle 18.30 con visite guidate gratuite ogni ora. E’ possibile avere i riferimenti su www.visittivoli.eu, mentre l’indirizzo è Via del Colonnato e via Campitelli, 27. La Casa Gotica è una delle costruzioni più interessanti di Tivoli. Risalente al XIII secolo, l’edificio ha subito numerosi interventi nel corso dei secoli. La Casa si sviluppa su 3 piani: il piano terra, utilizzato in passato come bottega; il primo piano raggiungibile dalla scala esterna e il secondo, raggiungibile da una scala interna. La struttura, costruita in tufo con inserti in travertino, affaccia su via Campitelli. Si arriva all’ingresso attraverso una scenografica scala esterna, il cosiddetto “profferlo”, caratterizzata da alcune merlature a da un’arcata in muratura con edicola.
Il profferlo (di dimensioni 4,55 x h 3,60 metri) è costituito da diverse tipologie murarie nonché da una colonna classica con fusto in granito, probabilmente originaria di Villa Adriana, testimone della pratica “del reimpiego” tipica del XII- XIII secolo, imputabile alla volontà dell’epoca di richiamarsi allo stile classico del passato. La bellezza di questa abitazione risiede non solo nell’estetica ma soprattutto negli elementi stilistici utilizzati con semplicità e in maniera scrupolosa. Oggi nei pressi del cortile della Casa Gotica è possibile ammirare una splendida fontana che riprende perfettamente lo stile di Villa d’Este.