Archeologia tra i colori e i sapori dell’autunno. Appuntamento sabato 9 novembre (con replica il 30 novembre) dalle ore 14.30 alle 17.30 nel Parco di Villa Gregoriana con “Sapore d’autunno”, una passeggiata guidata tra le bellezze del parco che fu una delle tappe predilette nel Grand Tour. Un’occasione per ammirare il sito, riaperto e gestito dal FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) dall’anno 2005, e per guardare la straordinaria forza della natura con un occhio diverso e con lo sguardo fisso alla storia e alla mitologia: l’alloro e Dafne, l’ombelico di Venere, l’Albero di Giuda saranno infatti il fil rouge di questo suggestivo percorso sensoriale. Un viaggio che terminerà in bellezza con la degustazione degli oli selezionati dal FAI stesso sul territorio e dei vini autoctoni scelti dall’ONAV (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino). La Villa, una delle perle del patrimonio artistico tiburtino, è una grande opera di ingegneria idraulica promossa nel 1832 da Papa Gregorio XVI per contenere le continue esondazioni dell’Aniene incanalandole in quella che sarebbe diventata la Cascata Grande, seconda in Italia dopo quella delle Marmore.