Un chilo di cocaina, un panetto di hashish di 70 grammi, un barattolo con 370 grammi di marijuana e una pianta di cannabis già in essiccazione di 90 centimetri di altezza. E’ quello che hanno trovato i carabinieri del nucleo operativo di Monterotondo in casa di un trentaseienne, a Capena. L’uomo è stato arrestato, in flagranza di reato, e dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

A portare gli investigatori dell’Arma nella sua abitazione un normale controllo stradale effettuato sulla via Tiberina. E’ in questa circostanza che l’uomo è stato fermato e trovato in possesso di cinque confezioni di cocaina per un totale di quattro grammi circa, nonché di 8.000 euro in banconote di vario taglio, chiaro indice dell’attività di spaccio. Per questo motivo i carabinieri hanno fatto scattare la perquisizione domiciliare. E’ così chesi sono trovati di fronte ad un vero e proprio laboratorio di confezionamento per lo spaccio. Nell’abitazione, inoltre, è stato trovato vario materiale utile per la preparazione e il confezionamento dello stupefacente: una macchina per sottovuoto, vari bilancini di precisione, nastri adesivi e coltelli intrisi di droga. Il 36enne è stato portato nel carcere di Rebibbia su disposizione dell’autorità giudiziaria di Tivoli. Redcro