Un mercoledì frizzante a destra, dove si discute di prospettive e si analizzano errori passati per non ripeterli. Nel dibattito sulla nascita di un tavolo del centrodestra a Guidonia Montecelio, il dirigente provinciale della Lega Vincenzo Tropiano ha auspicato un lavoro di squadra, riportando l’esperienza da candidato sindaco a Tivoli finita male a causa delle divisioni e dei risentimenti personali. L’uscita però non è stata gradita da Fratelli d’Italia, l’unico partito a Guidonia che resta cauto sugli entusiasmi dei tavoli autunnali. Il coordinatore comunale Mario Pozzi replica a Triopiano: “Le elezioni amministrative in oolitica fanno storia e quella di Tivoli è anche recente. Non credo che alla classe politica dirigente di Guidonia Montecelio servano guru. Quindi, ci auspichiamo, che Vincenzo Tropiano si occupi di fare opposizione a Tivoli che a Guidonia ci penseranno i cittadini e le energie migliori , mi piace chiamarle così, che sicuramente daranno un’alternativa seria e credibile alla città. Per quanto riguarda la posizione di Fratelli d’Italia Guidonia Montecelio è come sempre lineare e coerente, noi da sempre anteponiamo l’interesse della città a logiche personali e rimaniamo a disposizione di chiunque voglia lavorare ad un programma di rilancio fatto da persone credibili e preparate”.