Acqua alta fino alle portiere, due automobili sono rimaste intrappolate in via Marco Simone, domenica sera, la strada si è allagata per la pioggia, tanto che i proprietari hanno dovuto abbandonare lì le vetture mentre i vigili chiudevano il passaggio con le transenne. Un ennesimo episodio di disagi che colpisce il quartiere: la strada è di competenza del IV Municipio cioè del Comune di Roma, e i residenti sono di Guidonia Montecelio. Un rimpallo di fatto che non ha mai prodotto alcun intervento di messa in sicurezza a fronte di incidenti, allagamenti, e esposti dei cittadini. La strada infatti non solo si trasforma in un fiume d’acqua appena piove, ma è senza luce e marciapiedi, ed è meta ormai anche del pellegrinaggio per i pendolari dell’immondizia che abbandonano dove possono sacchetti e ingombranti. “Ecco via Marco Simone, strada d’accesso ai prestigiosi campi da golf che ospiteranno nel 2022 l’importantissimo evento della Ryder Cup – dice Maria Luisa Rocchetta, battagliera residente della zona – 90 milioni di euro dei cittadini italiani, elargiti dallo Stato a sostegno e garanzia di questa manifestazione. Ma gli abitanti del luogo rischiano la morte ogni giorno con una strada senza segnaletica, senza luci, guard rail, con cespugli che spesso arrivano a metà strada e impediscono il transito, allagamenti ogni volta che piove. Una vera vergogna”. Ogni anno segnalazioni e pec verso le istituzione ma senza alcuna risposta.