Lotta senza sé e senza ma agli evasori, se poi la cifra raggiunge un numero per così dire ragguardevole la faccenda è destinata a complicarsi, soprattutto per chi ha qualche cosa ancora da dare. Parte la caccia grossa nel Comune di Tivoli nei confronti di quei cittadini che per i motivi più disparati non hanno potuto ancora mettersi in regola con i pagamenti, in questo caso quelli della mensa scolastica. A parlare chiaro, anzi per essere precisi di ruolo coattivo, è la determina numero 2.132 del 9 ottobre con cui il Settore Welfare, Istruzione e Piano di Zona del Municipio tiburtino ha nei fatti dato il via libera al recupero delle somme dovute. Come premesso i soldi non sono proprio pochi: si tratta di quasi 300mila euro relativi a due anni, il 2017 e il 2018, rispettivamente 147.071,41 euro e 149.608,84 euro per un numero totale di “articoli” pari a 711.