Un ritorno con stile quello dello sportello dei consumatori a Tivoli, che per l’anno che verrà si prepara a offrire di nuovo servizi e consulenza sul territorio tiburtino. Buone notizie per i cittadini che hanno o avranno bisogno di un aiuto e che potranno contare anche per i futuri 12 mesi del 2020 su un punto di riferimento che si è rivelato molto utile, come dimostrano i “numerosi accessi registrati” e la delibera di giunta, la numero 176 dello scorso con cui la giunta Proietti dà il via libera al secondo giro. In realtà quello in corso non è stato un primo esperimento: dobbiamo girare diverse pagine del calendario per risalire alla prima prova valida per il progetto, in particolare all’anno 2006. Oggi il governo dei civici lo rinnova chiedendo un aiuto dal pubblico per sostenerne i costi, in particolare a Città Metropolitana di Roma Capitale, che dovrebbe versare nelle casse comuni 10mila euro a cui si aggiungerebbe il contributo del Municipio di mille euro. Chi lo gestirà? Federconsumatori Lazio, un’Associazione di categoria rappresentativa e di volontari con la quale verrà stipulata una apposita convenzione che ricalca quella l’attuale.