L’opposizione affila le armi e attacca frontalmente l’amministrazione Proietti. L’ultimo consiglio comunale, quello di ieri, ha lasciato l’amaro in bocca alla minoranza che si è vista rispedire al mittente tutte le mozioni presentate. Una bocciatura che non è piaciuta a Giovanni Mantovani, capogruppo di IdeAzioni, già candidato a sindaco per la compagine di centro sinistra, che registra così il risultato ottenuto: “Prendiamo atto che il Sindaco e la maggioranza credono di aver risolto tutti i problemi di Tivoli e che per loro il sistema educativo, la situazione del Plesso scolastico del Gesù, un piano industriale per la gestione dei rifiuti, una seria politica di sviluppo agricolo e l’assetto urbanistico derivante dalla questione della Nathan a Villa Adriana, della riqualificazione del centro storico e dei contratti di quartiere per Tivoli Terme siano argomenti o già risolti o da non affrontare seriamente”, fa sapere Mantovani. “Ci stupiamo della bocciatura di tutte le nostre mozioni – aggiunge il consigliere  – perché crediamo ad una dialettica costruttiva, ma l’atteggiamento mostrato dal Sindaco e dall’intera maggioranza è stato quello di disinteresse, sufficienza ed approssimazione”. Accuse pesanti soprattutto se si pensa alla giovane età di questo secondo mandato, bollato come stanco ancora prima di cominciare. “Continueremo a portare avanti i temi in cui crediamo e che riteniamo utili per la città” conclude il consigliere “e, nel portarle avanti, riporteremo la discussione tra i cittadini, istituendo un modello di ascolto e, soprattutto, di partecipazione per chiunque avrà voglia di raccontare le proprie idee e riportare le proprie necessità, con la speranza che prima o poi anche questa miope maggioranza si accorga che molto deve essere ancora fatto per Tivoli”. alc