Caso 5G, a Fonte Nuova è scontro tra il comune e le associazioni. L’ex assessore all’Ambiente Donatella Ibba sferra un nuovo attacco inviando una seconda pec al sindaco. Nella commissione Ambiente di martedì i consiglieri di maggioranza avevano continuato a prendere tempo e sostanzialmente a non prendere alcun provvedimento riguardo all’antenna Iliad a Santa Lucia. Ora reagisce anche l’opposizione.

In commissione

La responsabile dell’avvocatura comunale, presente nel corso della riunione della commissione Ambiente, avrebbe assicurato più volte ai cittadini e alle associazioni presenti che il Sistema Sanitario Nazionale ha emesso parere positivo sul 5G. Pertanto, il comune starebbe cercando di smarcarsi dalla lotta portata avanti dall’ex assessore Ibba e dalla associazione che presiede per ottenere una nuova ordinanza del sindaco per bloccare l’installazione dell’antenna in via di Santa Lucia. Anche l’opposizione si schiera a sostegno dello stop, in particolare il consigliere Marco Di Bitonto ha presentato in commissione una bozza di ordinanza di moratoria del 5G, chiedendo la sua applicazione. Gian Maria Spurio ha invece ribadito quanto sia urgente adottare al più presto un nuovo piano antenne. 
“Scopriamo che il comune non ha aggiornato il piano delle antenne – ha dichiarato in un post su facebook il consigliere Fi –, fermo all’amministrazione Di Buò, quindi a circa 9 anni fa, strumento utile a proteggere e tutelare la nostra salute. È un ennesimo segno, di cui non c’era bisogno, dell’assenza di progettualità ed efficacia di chi sta troppo comodo sulla poltrona”.

La pec di Donatella Ibba

L’ex assessore nella giornata di ieri ha inviato una seconda pec al sindaco di Fonte Nuova, in cui chiede con forza un’ordinanza per la moratoria del 5G all’interno del territorio comunale. Una richiesta dettata dal fatto che nessun organo preposto al controllo della sicurezza di questa tecnologia si è pronunciato in merito. Ibba afferma che nessuna evidenza scientifica può garantire l’assenza di rischi sul fronte sanitario per i cittadini. L’associazione fontenuovese per questo motivo chiede che venga applicato il principio di precauzione e che sia imposto uno stop all’installazione delle antenne, come avvenuto peraltro in altri luoghi, in Italia e nel mondo.

Incontro con i cittadini

Le sigle di opposizione riconducibili al centrodestra hanno indetto una conferenza aperta ai cittadini per questa sera alle ore 20, in via 1° Maggio 90/b a Tor Lupara. Oggetto della riunione saranno proprio i lavori della commissione relativi all’installazione di una antenna con tecnologia 5G  sul territorio di Fonte Nuova, a Santa Lucia. L’incontro è stato voluto dai consiglieri Gian Maria Spurio e Marco Di Bitonto. Parteciperanno anche l’ex sindaco e consigliere Graziano Di Buò, esperto di emissioni e onde elettromagnetiche, e il consigliere di Vita Nuova Daniele Mazzoni.

Emanuele Del Baglivo