Montecelio in rivolta per l’abbandono in cui versa il borgo antico per colpa dell’amministrazione cinque stelle. L’ultimo scandalo, l’allagamento della scuola materna con i bambini evacuati in fretta e furia nel panico. Ma i disservizi sono all’ordine del giorno tanto da aver spinto i residenti a una protesta sotto le finestre del sindaco. Non è bastato. Così sabato 12 ottobre alle 18 e 30, il comitato popolare dà appuntamento i piazza San Giovanni per una assemblea pubblica che dovrà definire la strategia futura. “L’allagamento della scuola materna durante le ore di lezione e la conseguente evacuazione dei bambini che hanno rischiato la propria vita, è soltanto l’ultima gravissima mancanza dell’amministrazione del sindaco Barbet nei confronti di Montecelio e dei monticellesi. Dopo le proteste dei mesi precedenti abbiamo aspettato invano che qualcosa potesse migliorare, invece se possibile le cose sono ulteriormente peggiorate, gli uffici della delegazione che funzionano saltuariamente, il giardino dei Frati chiuso nonostante le tante promesse di una imminente riapertura, il teatro e la biblioteca sempre chiusi”. E ancora, denunciano, piazza S. Giovanni trasformata in un parcheggio nonostante l’isola pedonale, la presenza dei vigili urbani cancellata, i giardinetti nel totale degrado, il campo sportivo sottratto ai monticellesi e offerto al miglior offerente di turno.

“Non c’è in tutta Montecelio un solo tombino per la raccolta delle acque piovane pulito – dicono dal comitato – il giro dei Frati chiuso da mesi tanto è vero che per la prima volta dopo anni si è dovuto modificare il tragitto della processione durante i festeggiamenti in onore di Maria SS.ma Immacolata, mentre la sfilata delle Vunnelle è terminata in una piccola area del giardino dei Frati, la sagra delle Pinciarelle trasferita a Guidonia per la mancanza di luoghi idonei al suo svolgimento, un tratto di via Romana transennato da mesi, la raccolta del vetro che non viene effettuata nel centro storico, per non parlare poi di buche, sporcizia e delle tante discariche abusive che circondano Montecelio. Altro che salotto del nostro comune, dopo oltre due anni di governo, il sindaco Barbet e il Movimento 5 Stelle hanno trasformato il nostro borgo in una discarica. Se non siete capaci di affrontare e risolvere i problemi della città l’unica soluzione dignitosa per voi sono le dimissioni”.