Due giorni pensati per riflettere su un tema importante come il rispetto dell’ambiente, con un occhio sempre attento alla tradizione. È tutto pronto per “Tivoli in Green: dalla tradizione del pizzutello al futuro ecosostenibile”, iniziativa che sabato e domenica colorerà, nello stretto senso del termine, vicoli e piazze della Superba rigorosamente di verde. A organizzarla è il Comune di Tivoli – Attività Produttive, insieme a Asa spa, società che si occupa di mantenere pulito il comune alle porte di Roma, che festeggia la vocazione ambientalista della Superba con una serie di iniziative che vanno dal riuso al contrasto allo spreco alimentare passando per l’artigianato. Partner della manifestazione, che ha ottenuto anche il finanziamento della Regione Lazio all’interno del programma di fondi stanziati per “Il Lazio delle Meraviglie”, le Reti d’Impresa “Tivoli e le vie dell’Acqua” e “Tivoli incontra il polo turistico tiburtino”, Tivoli Forma, il Cna, Comitato Rione Colle , Slow Food Tivoli e Valle dell’Aniene e gli Orti Irrigui.

La manifestazione ha l’obiettivo di rivisitare tradizioni del passato tramite la celebrazione, degustazione e approfondimento su uno dei prodotti simbolo del territorio come il pizzutello, e farle confluire in un presente di nuova connotazione ecosostenibile. Si parte il 14 alle ore 17 in piazza Campitelli con uno spazio dedicato ad uno dei prodotti tipici del territorio tiburtino, il pizzutello, con la sagra che quest’anno compie 71 anni e la benedizione delle uve. Stessa location ma alle ore 18 per gli antichi giochi di strada e il mercato “Scarti di glamour” con l’accompagnamento musicale della Fire Dixie Jazz Band, che suonerà anche nel corso della cena organizzata nel cuore del borgo medievale con prodotti a chilometro zero, mentre la conclusione sarà affidata alla magia del tango. Domenica start alle ore 10 con l’archeomercato della terra che porta la firma della condotta Slow Food di Tivoli e Valle dell’Aniene, mentre alle 11 ci sarà lo show cooking sulla “Cucina degli Avanzi”, con ricette e prodotti del territorio che saranno poi preparate e servite nel corso del “Pranzo contadino”. Pomeriggio all’insegna delle passeggiate tra gli orti irrigui, le ville del cardinale e il museo del pizzutello con concerto finale della “Gaudats Junk Band”.