I genitori si sono mobilitati, assemblea pubblica oggi a Guidonia Montecelio per il pasto da casa dopo la decisione delle scuole di cancellare la possibilità a fronte di una recente sentenza della Cassazione. Le novità maturate a ridosso dell’inizio dell’anno scolastico stanno generando una girandola di proteste e malcontento tra le famiglie che avevano optato per il pasto domestico come alternativa alla mensa, per i costi e la qualità del cibo. I dirigenti scolastici, facendo leva sulla sentenza che ha demandato esclusivamente alle scuole, nella propria autonomia, la possibilità di scegliere se permettere o meno i termos con la pasta cucinata da mamma, hanno detto “no”. L’unica possibilità per chi non vuole aderire alla mensa pur seguendo il tempo pieno è far uscire i propri figli da scuola e riaccompagnarli per l’inizio delle lezioni pomeridiane. Uno scenario che non piace alle famiglie: l’appuntamento oggi è alle 17 e 30 in piazza 2 Giugno a Guidonia centro, ci saranno gli avvocati, e sono stati invitati i vertici dell’amministrazione comunale.