Passeggiare tra le antiche botteghe del Circo Massimo, assistere ad una emozionante corsa di quadrighe tra urla di incitamento e capovolgimenti di carri, ammirare l’imponente Arco di Tito è oggi possibile grazie a Circo Maximo Experience, il progetto innovativo di valorizzazione in realtà aumentata e virtuale di uno dei luoghi simbolo di Roma. Quello del Circo Massimo si aggiunge ad altri due progetti simili in città, Viaggi nell’antica Roma, partito nel 2014 con il Foro di Augusto e ampliato nel 2015 con il Foro di Cesare, e L’Ara com’era, partito nel 2016 al Museo dell’Ara Pacis.

Mai però si era realizzato un progetto di realtà aumentata in un’area all’aperto di così ampie dimensioni, per l’esattezza 600m di lunghezza per 140m di larghezza. In 40 minuti sarà possibile, attraverso un percorso di visita immersiva, ripercorrere tutte le principali fasi storiche del sito, dalla sua prima rudimentale costruzione in legno, passando dai fasti dell’età imperiale e dal medioevo, fino ai primi decenni del secolo scorso. Lungo tutta la visita saranno presenti oltre 1800 elementi realizzati in 3D che serviranno alla ricostruzione delle 7 epoche storiche analizzate. La Valle e le origini del Circo, il Circo da Giulio Cesare a Traiano, il Circo in età imperiale, la Cavea, l’Arco di Tito, le Botteghe, il Circo in età medievale e moderna e Un giorno al Circo sono le 8 tappe in cui si articola il percorso, reso ancora più suggestivo dall’accompagnamento di altrettante colonne sonore originali che fungono da supporto ai contenuti visivi.

Le voci degli attori Claudio Santamaria e Iaia Forte faranno poi da narratore durante l’intero percorso, la cui spiegazione è disponibile anche in inglese, francese, tedesco, spagnolo e russo. Infine l’utilizzo di visori di tipo Zeiss Vr One Plus accoppiati con smartphone di tipo iPhone e sistemi auricolari stereofonici, consentirà ai visitatori di vivere un’esperienza unica di fruizione del sito archeologico attraverso fedeli ricostruzioni architettoniche e paesaggistiche. Il Circo Maximo Experience, inaugurato lo scorso 23 maggio, è promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, organizzato da Zètema Progetto Cultura e realizzato da Gs Net Italia e Inglobe Technologies. Le visite sono consentite tutti i giorni dalle 9 e 30 alle 19, ora legale, e dalle 9 e 30 alle 16 e 30, ora solare.

Virginia Gigliotti