Forse in pochi lo sanno ma è possibile passeggiare tra le romantiche vie di Notting Hill, il quartiere londinese noto per l’omonimo film con Julia Roberts e Hugh Grant, rimanendo comodamente a Roma. Lungo viale del Vignola, nel cuore del quartiere Flaminio, un cancello verde separa infatti i palazzi del grande viale alberato da via Bernardo Celentano, ribattezzata La Piccola Londra.

Costruita nel 1909 dall’architetto Quadrio Pirani, quando il Sindaco di allora, l’anglo-italiano Ernesto Nathan, fece approvare un piano regolatore per cui i fabbricati non dovevano essere più alti di 24m, i villini non superare i due 2 piani ed avere piccoli cancelli di ferro, era inizialmente destinata agli alloggi di alti funzionari. Oggi è invece una tranquilla vietta residenziale, percorribile esclusivamente a piedi e dal fascino travolgente.

La Piccola Londra conta una trentina di villette colorate disposte in due file, quasi tutte dotate della classica scalinata all’ingresso con tanto di cancelletto. Sono solo i sampietrini a terra a ricordarci di essere a Roma perché varcato il cancello d’ingresso, sempre aperto al passaggio dei pedoni, ci si sente completamente immersi in una Londra in miniatura, un luogo lontano dal caos romano dove il tempo sembra essersi fermato.

Il sogno però dura poco, circa 200m di passeggiata che ti conducono fino a via Flaminia, quello che rimane del quartiere di villini in stile londinese che originariamente arrivava fino a via Donatello. Il Vialetto, così è come piace chiamare La Piccola Londra ai residenti, è diventato negli anni sempre più trafficato, non solo dalla gente del posto che lo utilizza come scorciatoia o anche solo per godere della sua insolita bellezza, ma sopratutto dai ragazzi in cerca dello scatto perfetto da postare sui social.

Virginia Gigliotti

Due passi nella Piccola Londra