Tre defibrillatori per la città, nuovi alberi per la pineta, neanche le donazioni funzionano più a Guidonia Montecelio per l’immobilismo dell’amministrazione cinque stelle che blocca ogni azione. La denuncia arriva da Mario Pozzi, coordinatore di Fratelli d’Italia: “La situazione amministrativa, ormai impantanata da tempo, non è più in grado neanche di ricevere e mettere a sistema gli sforzi e le iniziative gratuite promosse da associazioni, aziende e commercianti del territorio. Dopo sette mesi, i tre defibrillatori donati gratuitamente, grazie alla beneficenza di cittadini e associazioni, ancora non sono stati installati.  Il 24 dicembre, infatti, grazie alle donazioni dell’Associazione Spirito Libero ONLUS, delle Industrie Caucci Travertino Romano, del CVTR Centro per la Valorizzazione del Travertino Romano, grazie al supporto di tanti cittadini, di bambini e famiglie dell’asilo nido Piccoli Passi, Guidonia ha ricevuto gratuitamente 3 defibrillatori”. Ma dopo i contatti a gennaio, e una bozza di convenzione protocollata il 21 febbraio, nessun riscontro operativo sull’utilizzo dei dispositivi salvavita.

Stesso trattamento è stato riservato al progetto per ripiantare nuovi alberi nella ex pineta di Guidonia. “Un progetto che vede coinvolte Centro per la Valorizzazione del Travertino Romano, la Rete d’impresa Guidonia Shopping District e i commercianti di Guidonia Montecelio – dice Pozzi – per riportare il verde in centro città dopo che l’amministrazione ha tagliato i pini ritenuti pericolosi. Ennesima iniziativa questa che, ad oggi, vede sprecato l’impegno in chi crede nella valorizzazione paesaggistica e ambientale della nostra zona. Siamo ad una situazione talmente grave che l’amministrazione comunale non è neanche in grado di accogliere soluzioni a costo zero, rendendo vani gli sforzi di chi, ancora crede e si adopera per Guidonia Montecelio”.