Allagamenti in diverse zone e il crollo del pino a Villanova, ore di paura a Guidonia Montecelio come in gran parte del centro Italia dove il maltempo ha fatto due vittime, a Fiumicino e Arezzo, creando forti disagi a Roma. I vigili del fuoco e i gruppi di protezione civile Vvaa e Nvg sono intervenuti più volte dalle due di questa notte quando il violento temporale si è abbattuto sul Lazio. Intorno alle 3 e 30 il gruppo protezione civile Volontari Valle Aniene Associati su chiamata della sala operativa è andato a Setteville Nord, a via Trevio del Lazio, per l’allagamento della strada e di alcune abitazioni.

Intanto via Palombarese è stata chiusa per il crollo del muretto di una villa. Ancora alle 9 altro intervento al sottopassaggio di Albuccione dove si era creata una situazione di pericolo per gli automobilisti con il semaforo verde e il sottopassaggio allagato. Disagi anche sulla Tiburtina all’altezza dell’Hotel Tivoli per la strada allagata e i tombini intasati.

Questa mattina panico per la caduta del pino a Villanova, poco prima delle 10, in un punto di passaggio: si è sfiorata la tragedia. Sul posto anche il sindaco Michel Barbet mentre arrivano le reazioni della politica. “Dopo la caduta dell’albero – dicono dal polo civico – riteniamo che sia necessario un sollecito intervento dell’ amministrazione per una verifica immediata dello stato dei pini su via maremmana e non solo a Villanova. Questo è quello che chiedono i cittadini allarmati e spaventati. Stamane la Polizia municipale é intervenuta allertata da un nostro consigliere comunale, ma riteniamo sia una caso fortunato che non vi siano danni a persone e cose più significativi. 
Con un solo avvertimento: gli alberi caduti ed abbattuti dovrebbero essere sostituiti con alberature meno pericolose ed altrettanto belle. Con attenzione ed impegno migliorare la nostra città sarebbe possibile ma non riteniamo che questa amministrazione sia in grado di farlo”.