Sorpresi a saccheggiare il cantiere della ferrovia a Cesurni. In azione due romani di 54 e 23 anni, arrestati dai carabinieri della stazione di Tivoli Terme. E’ successo ieri mattina. I due, entrambi senza occupazione e con precedenti, sono stati colti sul fatto mentre facevano razzia di materiale e attrezzi. Passando lungo la via i militari hanno notato i due uomini mentre stavano caricando su un furgone due carrucole metalliche con tiranti e corde in acciaio della lunghezza di circa 15 metri. Il materiale, che era custodito in un’area cantiere, è risultato di proprietà della società che sta realizzando il raddoppio della linea ferroviaria tra le stazioni di Lunghezza e Guidonia Montecelio.Tutta la refurtiva è stata recuperata dai carabinieri e restituita.Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, come disposto dall’autorità giudiziaria. RedCro