Tutto pronto per il ciclo di cinque appuntamenti con le danze meditative che avrà come palcoscenico d’eccezione la Villa D’Este. L’Istituto  guidato da Andrea Bruciati, apre le porte alle Danze Meditative in Cerchio, attività che “nasce da uno studio che vuole mettere in luce gli aspetti profondi, simbolici e unificanti delle danze di tutti i popoli, da sempre complessi strumenti di espressione dell’essere umano”. Alle ore 20 il 3, 10, 17, 24 e 31 agosto chi ha voglia di fare un’esperienza all’insegna della spontaneità e della gioia avrà quindi questa possibilità, unico requisito necessario il desiderio di vivere un momento di benessere. “La fruizione di Villa d’Este – dichiara il direttore delle Villae, Andrea Bruciati – si coniuga con la danza meditativa, intesa non tanto quale  attività ludica, ma come percorso che conduce all’equilibrio tra il corpo e la mente e all’espressione di emozioni che non sempre trovano piena manifestazione da parte dell’individuo. L’iniziativa esprime la particolare attenzione dell’Istituto alla persona e allo sviluppo del benessere psico-fisico, puntando stavolta sul connubio tra raccoglimento ed energia.” Le danze vengono proposte da “La Mandorla Rosa. Nascere e vivere naturale” e condotte da Anna Maria Pensa, pedagogista, musicar terapeuta, membro del CID Consiglio Internazionale di Danze UNESCO.