Un intero quartiere resta a piedi, meglio dire fuori dalla pianificazione dei trasporti: è la tesi di Arianna Cacioni, la capogruppo della Lega sferra l’attacco contro la Regione Lazio. La goccia del vaso già colmo (delle accuse politiche) è la nuova linea Cotral che collegherà Marco Simone a Ponte Mammolo. Una conquista ottenuta con i denti dal comitato di quartiere. “L’assessore regionale alla Mobilità, Mauro Alessandri, si è dimenticato del quadrante della Nomentana. L’approssimazione della giunta del Lazio, targata Pd Zingaretti, lascia a piedi interi quartieri di Guidonia: Colleverde, Parco Azzurro e Poggio Fiorito, via di Marco Simone, potevano beneficiare della nuova linea Cotral che parte da Ponte Mammolo e arriva a Marco Simone. I cittadini di queste zone sono disperati, privi di qualsiasi servizio di trasporto pubblico. Nessuna considerazione del fatto che moltissimi studenti sono iscritti alle scuole superiori nei quartieri attraversati dalla nomentana e che quella direttrice e fondamentale per i loro spostamenti. La Lega è pronta a lanciare una raccolta firme che faremo confluire in un atto di indirizzo che presenterò al Consiglio Comunale di Guidonia Montecelio. Obbiettivo – conclude Cacioni – chiedere l’estensione della nuova linea extra urbana a tutta l’area della Nomentana, Colleverde in particolare”.