A Fabrica di Roma, nel cuore della Tuscia Viterbese, torna la Sagra della Pecora, sei giorni di gusto e di festa nei due fine settimana di metà luglio. Attese centinaia di persone ogni sera che, dalle 19 e 30, potranno godere di un ricco menù in un vero e proprio ristorante a cielo aperto, con tanto di servizio al tavolo.

L’ottava edizione della manifestazione, che si terrà da venerdì 12 a domenica 14 e da venerdì 19 a domenica 21 luglio, vedrà anche l’accompagnamento della musica dal vivo dei Ramiccia, Zerofobika, Amazing place, Stranavoglia, Ombre dure e Ukus in fabula. Dopo la cena in piazza Madre Teresa di Calcutta i commensali potranno godere della dimostrazione del Mastro formaggiaio sull’arte della lavorazione di formaggi e ricotta.

La Sagra, organizzata dal Comitato dei Festeggiamenti dei SS. Matteo e Giustino insieme all’assessorato alla cultura del Comune di Fabrica di Roma, è incentrata come di consueto su uno dei sapori della tradizione autoctona, la pecora, rielaborato in mille sfaccettature. Proposte variate e ricette originali dedicate all’ovino delizieranno, insieme ad una selezione di vini del territorio, il palato dei partecipanti, dalla porchetta di pecora agli gnocchi al castrato, dallo spezzatino di pecora ai celebri arrosticini preparati e cucinati in tempo reale fino al celebre piatto della Pecora alla callara, che conta un mélange di 20 odori e che prevede una cottura di tantissime ore. vigi.

Segue il menù completo 

Maxi antipasto del pastore, gnocchi al castrato e all’amatriciana, pecora alla callara, pecora alla brace, salsicce di pecora e salsicce di maiale, arrosticini, porchetta di pecora, cicoria e patatine fritte, dolci e cocomero,